Il Calcestruzzo Compattato a Rulli (RCC) è un materiale da costruzione riconosciuto per la sua versatilità e per il suo essere durevole. Combina, infatti, la resistenza del calcestruzzo tradizionale con la semplicità di posa tipica degli aggregati compattati

Per questo motivo, è possibile utilizzare il calcestruzzo compattato a rulli per la realizzazione di una vasta gamma di infrastrutture.

Cos’è il cemento compattato a rulli?

Il cemento compattato a rulli è, sostanzialmente, un composto tra una miscela di cemento, aggregati e una minima quantità di acqua. Questo mix rende il prodotto più secco rispetto ad altre formulazioni di calcestruzzo, così da essere utilizzato in maniera differente.

Utilizzando poca acqua, il processo di indurimento richiede anche meno calore ed è per questo che oggi questo materiale viene utilizzato in diversi settori e, in particolare, nella costruzione di grandi dighe o di opere di vaste dimensioni. 

A questo punto, non resta che capire come mai questa tipologia di calcestruzzo venga definita rullata. ll termine si rifà alla compattazione dell’impasto, che avviene proprio grazie a dei rulli vibranti che entrano in azione subito dopo la colata. 

Proprietà e caratteristiche del calcestruzzo compattato a rulli

Come detto, questo tipo di calcestruzzo contiene, al suo interno, pochissima acqua che evapora molto velocemente. Per questo motivo il RCC viene utilizzato soprattutto per quelle infrastrutture che devono essere messe in servizio velocemente.

A dire il vero, questo è solo uno dei motivi per apprezzare questo materiale. C’è anche da dire che il calcestruzzo compattato a rulli è noto per le sue proprietà meccaniche e, in particolare, per la sua elevata resistenza alla compressione e per la riduzione delle deformazioni

Ciò lo rende il materiale ideale per ambienti sottoposti a carichi pesanti.

Non si tratta degli unici vantaggi dell’RCC, poiché questo ha dei costi di manutenzione ridotti e non ha bisogno di frequenti riparazioni

Il materiale, infatti, ha anche una grande resistenza all’erosione e alle intemperie ed è proprio per questo motivo che può essere utilizzato anche per la realizzazione di infrastrutture esposte a condizioni meteorologiche estreme o comunque avverse. 

Si deve anche notare che la posa del calcestruzzo compattato a rulli è rapida. Richiede, infatti, solo la stesura, la compattazione e la finitura della superficie. Un processo che, quindi,  accelera i tempi di costruzione, ma che va anche a ridurre i costi di manodopera ed eventuali disagi. 

Ma qual è la differenza tra RCC e calcestruzzo tradizionale? Rispondere a questa domanda è molto utile, poiché permette di capire anche tutte le caratteristiche tipiche di questo materiale,

Iniziamo con il dire che il calcestruzzo compattato a rulli (RCC), a differenza di altre forme di calcestruzzo, ha una limitata tendenza al collasso e, come detto in precedenza, è molto più secco.

Il collasso di una miscela di calcestruzzo si valuta con un test che viene effettuato in un contenitore conico, osservando l’assestamento del materiale una volta rimosso il contenitore. Questa misura è chiamata slump e quantifica quanto il calcestruzzo scende dalla sommità originale del cono. A differenza di alcuni tipi di calcestruzzo che collassano completamente, il RCC tende a mantenere la sua forma originale e si assesta in maniera minima.

Ciò accade proprio grazie ai suoi specifici rapporti di miscelazione, nonché alla ridotta quantità di acqua utilizzata.

Come si utilizza il calcestruzzo compattato a rulli

Il calcestruzzo compattato a rulli viene utilizzato in diversi progetti infrastrutturali, proprio perché è resistente, durevole e facile da installare. 

Per questo motivo, ad esempio, viene utilizzato per la costruzione di strade e autostrade e, in particolare, di aree soggette a traffico pesante. 

Per le stesse ragioni viene utilizzato anche per la creazione di piste degli aeroporti. Il RCC supporta carichi pesanti e ha un’elevata resistenza a intemperie e fattori critici, come grandi aerei e condizioni meteorologiche estreme.

Si può utilizzare anche per parcheggi e aree industriali, poiché si tratta di un materiale resistente all’usura e dalla bassa manutenzione. Infine, segnaliamo l’utilizzo del calcestruzzo compattato a rulli anche per dighe e canali di irrigazione, proprio per la ridotta capacità di permeabilità all’acqua offrono una barriera efficace contro le perdite d’acqua.